Aggiornamento sito . RADON - Aggiornamento sito 2019 - Osservatorio Meteo Polifunzionale SMANIOTTO.EU

Next refresh in seconds
Vai ai contenuti

Menu principale:

Aggiornamento sito . RADON

Pubblicato da in Aggiornamenti sito Web ·
Tags: radonsitometeosmaniottoterremotiprecursore

Buonasera a tutti ,
come ben sapete da tempo dedichiamo parte della nostra sezione informatica anche alla segnalazione di Terremoti in ambito nazionale e non ma non trascuriamo nemmeno gli altri aspetti di questo argomento ovvero prevenzione e studi paralleli.
In questi ultimi anni si stanno elaborando dati in merito a  probabili precursori sismici ,  di cui troverete ampia descrizione all'interno del mio
, senza pero' al momento avere riscontri favorevoli dalla comunita' nazionale scientifica.
Al momento non ci sono quindi sistemi o mezzi che possono prevenire un terremoto ma alcuni siti nazionali e non , amatoriali e non , hanno iniziato ad elaborare la teoria ( con dati disponibili ) che un sisma "normalmente" è preceduto da un notevole incremento di emissione di gas RADON.
Il Radon 222 è un gas radioattivo naturale privo di odore, colore, sapore ed è una delle componenti più rilevanti della radioattività naturale; deriva dal decadimento radioattivo dell’Uranio naturale.

Il Radon viene emanato dai terreni, dalle rocce e in minor misura dall’acqua. Nell'aria libera la sua concentrazione è molto bassa, grazie  alla rapida dispersione nell’atmosfera, ma in ambienti confinati (interrati e seminterrati) può concentrarsi a livelli elevati.

Certo , abbiamo estremamente sintetizzato lo studio ed il concetto in poche righe ma noi pensiamo che non sia proprio da escludere questa teoria e quindi abbiamo pensato di implementare il sito dando la possibilita' ai visitatori di visionare alcuni dati in diretta relativi all'emissione del RADON.
Grazie alla cortese concessione di www.pontenellealpi.info nella figura del Sig. Walter abbiamo quindi la possibilita' di vedere in diretta il display dello strumento atto a misurare l'emissione di RADON nella zona di Ponte nelle Alpi (Bl). All'interno del loro sito potrete trovare altri dettagli e grafici in merito a tali misurazioni.
E' giusto e doveroso precisare pero' quanto il sito
www.pontenellealpi.info riporta :

il nostro rilevatore elettronico Radon è indipendente e non fa parte di nessuna associazione, fondazione o quant'altro. Noi non emettiamo bollettini di previsione o presunta previsione sismica e nemmeno allarmismi su aumenti o diminuzione della concentrazione del Radon. Tuttavia i nostri dati per chi è interessato allo studio li può confrontare, utilizzare per scopi didattici e di confronto con eventuali fenomeni tellurici avvenuti in varie fasi di aumento o diminuzione del Radon. Allo stato attuale NON E' POSSIBILE PREVEDERE CON CERTEZZA DOVE E QUANDO ARRIVERA' UN TERREMOTO ma sicuramente lo studio dei precursori sismici a qualsiasi livello, anche da persone non del settore aiuterà in futuro l'avvicinarsi a delle previsioni sui terremoti. Ogni individuo sulla terra deve aver la possibilità se lo desidera di verificare, studiare, analizzare l'eventuale previsione sui terremoti TRAMITE QUALSIASI SEGNALE PRECURSORE DI PREVISIONE , ciò che non può fare è quello di creare panico e allarmismo tra la popolazione. Differenziamo il nostro studio sul Radon da altri enti, perchè noi lo facciamo in modo totalmente diverso e non vogliamo essere coinvolti in confronti. Il nostro è un sistema in studio, come molti altri studi sono in lavorazione   in questi anni. I nostri dati sono in rete e possono essere utilizzati DA TUTTI  ma SENZA CREARE ALLARMI A NESSUN LIVELLO. Essendo una struttura privata finanziata  interamente da aziende private e non pubbliche  possiamo detenere un livello di segretezza dei nostri studi senza obbligo di divulgazione, se non al momento opportuno, di metodi apparecchiature atte allo svolgimento del progetto.

Siamo certi che questo ennesimo aggiornamento del sito sia di Vs. gradimento e utilita'.
Se avete domande in merito o volete approfondire l'argomento potete contattare il personale di www.pontenellealpi.info
anche su facebook





Nessun commento


Articoli recenti
Torna ai contenuti | Torna al menu